Auf Wiedersehen SkyEurope

7 09 2009

E’ della settimana scorsa la notizia che la compagnia aerea SkyEurope è fallita.
Peccatissimo, era nella mia top 3 delle low cost insieme a Vueling/Clickair e EasyJet per gli ottimi servizi sia in volo che a terra tra cui orari rispettati, spazi individuali decenti sull’aereo e nessun annuncio durante il volo. E il riferimento a Ryanair è proprio voluto dato che con loro lo spazio tra un sedile e l’altro è minimo e durante il volo c’è la vendita prima dei panini, poi della lotteria, poi del servizio ciucciasoldi-Terravision e se si atterra in anticipo c’è anche la trombetta. Na vera rottura, ma ok, viaggiando a meno di dieci euro a tratta si può sopportare.
Nel luglio di quest’anno MyAir è fallita e il pensiero è stato “era anche ora”.. dopo anni di passeggeri inchiodati da pochi giorni a poche ore alla partenza. Ma SkyEurope non si è mai comportata così..è un’ingiustizia. L’anno scorso mi ha portato a Vienna tre volte e a Praga due, e considerando che tra andata e ritorno non ho mai superato i 30.00 €,  nella capitale austriaca ci sarei volentieri tornata anche quest’anno a sentire un pò di clima natalizio.
E quindi niente, SkyEurope il 1° Settembre ha lasciato a piedi centinaia di passeggeri, che tra una parolaccia e l’altra avranno sicuramente detto anche “Sbohem SkyEurope..”, che a prima vista non sembra, ma è solo “Addio SkyEurope” in ceco.





Un mes, un viaje

8 07 2008

Son passati i primi sei mesi senza che quasi me ne accorgessi, e quindi son oltre la metà del proposito che mi ero imposta quest’anno, che poi era il titolo originale del blog: un mese, un viaggio (in spagnolo, un mes un viaje)

Dal 1° gennaio al 30 giugno 2008 in cifre:

  • son stata in 2 continenti (Europa, Africa)
  • ho girato per 7 stati (Italia, Spagna, Germania, Zanzibar, Belgio, Inghilterra, Austria)
  • ho visitato 11 città (Madrid, Francoforte, Stone Town, Firenze, Milano, Bruxelles, Verona, Londra, Brema, Vienna, Barcellona e Siviglia)
  • ho preso l’aereo 17 volte (l’andata di Madrid è stata il 28.12.07) di cui:
  • 1 volta con Vueling (Madrid)
  • 10 volte con Ryanair (Francoforte, Brux, Londra, Brema e Siviglia)
  • 2 volte con SkyEurope (Vienna)
  • 2 volte con Blue Panorama (Zanzibar)
  • 2 volte con Clickair (Barcellona)
  • ho passato 2 notti in 2 aeroporti (Charleroi e Bremen),
  • 1 notte in aereo (l’andata per Zanzibar)
  • 3 notti in 2 hotel (Francoforte e Vienna)
  • 9 notti in 6 ostelli (Madrid, Brux, Londra, Brema, Barcellona e Siviglia)
  • 7 notti in 1 villaggio (Zanzibar).

Un pò di prezzi:

  • il weekend più economico è stato a Brema, con una spesa totale (volo + pernottamenti + shopping + cibo + benzina + casello + parcheggio + varie) di 75.00 €
  • al contrario, i viaggi più costosi son stati Barcellona, con 375.00 € e Zanzibar con 270.00 (ho dovuto pagarmi solo gli extra dato che il viaggio mi è stato offerto ed ero in all-inclusive)
  • il volo più economico (tasse incluse, senza assicurazione e senza bagaglio da imbarcare, solo quello a mano) è stato Francoforte per 0.02 cent, sfruttando un bug del sito Ryanair
  • quello più costoso è stato Barcellona, con 62.50 €.

A dicembre, tirerò le somme.
Chissà se poi l’anno prossimo sarò capace di stare ferma per tutto un mese intero..uhm.





Gennaio 2008: Madrid

18 02 2008

Il primo viaggio dell’anno, che inizia il 28 Dicembre 2007 e termina il 2 Gennaio 2008 con destinazione Madrid.
Gli appunti saranno abbastanza sommari, più che altro sarà un breve riassunto organizzativo.
Aereo prenotato a settembre con Vueling da Milano MXP: 110 €.
Ostello: 5 notti in zona Chueca (coi gayz) per il periodo di capodanno: 100.00 € (e noi stupiti perchè era squallido!)

Città interessante, forse mi sarei aspettata più movimento per eterosessuali, ma come successo a Londra, essendo in giro tutto il giorno, alla sera non si è in grado di fare molta movida.
L’ultimo dell’anno (a parte quello che mi ha rubato dalla tasca della giacca la macchina fotografica di Ale…ma oramai quello girerà perennemente con le emorroidi a grappolo pure nelle orecchie), siamo stati in Plaza del Sol a fare niente per tutto il tempo. Solo musica ma niente spettacoli o intrattenimenti vari, solo calci e gomitate da quelli che cercavano di scavalcare le transenne (certi ippopotami che pensavano di esser gazzelle che te li auguro!)
Piuttosto sono stati interessanti i preparativi al 31, con tanta gente (noi compresi) che girava per la strada con parrucche come fosse carnevale, e a mezzanotte a far le prove di auguri, uva, spumante e trombette compresi. Sicuramente in zona Chueca facevano pure i trenini, ma questo spettacolo non abbiamo avuto l’onore di vederlo…

Spesa complessiva non calcolata (è Sandrino che in questi casi fa i calcoli) ma stimata intorno ai 400/500.

Le foto qui