ESRT* – L’itinerario definitivo

16 04 2009

Come dicevo nel post precedente, l’itinerario dell’ España School Road Trip (* ESRT) è stato modificato a causa del binomio casa-chiesa avverso ai miei progetti.
Ho optato per un Bergamo – Madrid e Granada – Bergamo [totale 60.08 euro, sempre viva Ryanair], e soggiornerò a Madrid sabato, domenica, lunedì e martedì, spostandomi in giornata a Toledo e Cuenca (e di quest’ultima non ne sono neanche tanto sicura, perchè a parte la foto-cartolina alle Casas Colgadas non c’è altro, e si sa che le foto dei paesaggi al tramonto son quelle per i fotografi sfigati).
Il martedì mattina scenderò verso Cordoba con il treno (credo sia una macchina del teletrasporto, per fare 400 km ci impiega 2 ore e 4 minuti) e ci rimarrò fino a giovedì; particolare bello è che capito giusto per i festeggiamenti della Feria de Mayo; particolare brutto è che gli spagnoli son così contenti in questa settimana che per esprimere la loro felicità non trovano di meglio che organizzare corride una dietro l’altra, e io non ho assolutamente intenzione di andare a vedere un albero di natale con le gambe che sventola un pezzo di tenda e scambia un toro per un portaspilli.. Molto meglio un bel hammam in un bagno arabo, no?  Già mi vedo in questa struttura arabeggiante, piena di vapore, con la luce soffusa, a fare l’aromaterapia mentre sorseggio un tè sul bordo della piscina con l’acqua calda, con la donnina che prostrata ai miei piedi mi dice (e me lo dice piano per non rompere le balle) “perdoname super guapa, tienes que hacer el masaje, quando tu quieres yo estoy aquì” e allora, con una flemma da Barbalbero (come mi avevano soprannominato a Berlino – perchè chi mi conosce sa che prima delle 10 di mattina ho il cervello che non manda gli input al resto del corpo -), esco dall’acqua e mi dirigo verso la donnina che oramai, a forza di prostrarsi, rasenta terra per mostrarmi il mio lettino.
Fichissimo, doppio fichissimo, triplo fichissimo.
(Poi speriamo che la donnina non sia alta 1 metro e novanta e si chiami Mandingo)
E questa sarà Cordoba.
Tornando all’itinerario, il giovedì poi mi sposterò ancora:  nuova destinazione Malaga, in cui starò fino a domenica:  credo proprio di farmi almeno una giornatina di mare, e lì in spiaggia (senza alcun dubbio) penserò a tutti quelli che invece saranno in ufficio a lavorare. D’altronde si sa che sono una persona [dal pensiero] altruista.

Annunci




España School Road Trip: l’inconveniente.

6 04 2009

Giovedì pomeriggio, ore 16.10 circa. Suona il cellulare, mi arriva un sms. E’ mia mamma. “Mia mamma che mi manda un messaggio? Strano.”
Dice: “Hanno anticipato la cresima di tuo fratello, non è più il 21 giugno, è il 14”
Sorrido e penso “Ehehe, ma non può essere vero, io sono in Spagna in quel periodo..” ma in un nano secondo torno sulla terra e realizzo che mia mamma non fa quegli scherzi. Non sorrido più. Le rispondo “ma io sono via quei giorni” e lei replica “eh lo so, è un problema”.
Penso “eh festeggeranno senza di me, non è che son io la colonna portante della festa” e dentro a me stessa chiudo l’argomento.
Alla sera passo a casa dei miei per affrontare l’argomento.
“Quindi quando torni a casa?”
“eh ho l’aereo il 16”
[enfatizzando a tutto spiano gli accenti per rendere di più] “E-li-sa, è la crèsima di tuo fratèllo, nè!”
“eh vabbè, ma se io non…” neanche faccio in tempo a finire la frase. A suono di non, i miei mi scagliano contro una massa di chihuahua incazzati che mi abbaiano contro: non posso far altro che abbassare le orecchie e battermi in ritirata.

Lasciamo perdere quello che penso sui festeggiamenti per queste cerimonie. Lasciamo anche perdere quello che penso su queste cerimonie.
Sta di fatto che mi rimangono 2 possibilità: A – spostare di un mese il corso e tutto l’ambaradan o B –  rientrare prima.
L’ipotesi A porterebbe:
– perdita di 2 biglietti aerei (tot. 65 euro)
– penale di 50.00 € per far spostare le date del corso
–  morire per disidratazione e insolazione a Granada in una botta sola, dovendo rimandare a fine giugno / inizio luglio.
Ipotesi B:
– perdita di 1 biglietto aereo (Madrid – Milano, 30.00 €)
– perdita della parte più interessante dell’itinerario: Cordoba – Toledo – Cuenca
– perdita di 1 giorno di corso (opzione: partenza da Granada al venerdi mattina) oppure super sbattimento (opzione 2) bus Granada – Siviglia al venerdì, e notte in aeroporto per la partenza dell’aereo alle 9 di mattina.

Ma son troppo infumanata per pensare e decido di risolvere la questione l’indomani.
La mattina dopo infatti non dovendo usare tutte le mie forze per digrignare i denti e ringhiare, riesco a mettere in moto i neuroni e trovo una soluzione accettabile: fermo restando che sono assolutamente decisa a fare 2 settimane di corso + una di vagabondaggio e che, dopo l’esperienza di Siviglia, l’idea di andare in giro con un caldo torrido non mi alletta per niente, opto per anticipare la settimana free e tenere ferme le due di corso, perdendo però l’ultimo giorno di lezione.
Riassumendo, partirò sabato 23 maggio e tornerò venerdì 19 12 giugno. Ovviamente anche l’itinerario sarà modificato: arriverò a Madrid e ripartirò con un (comodo) Granada delle 2 del pomeriggio. Alicante e Murcia verranno tolte dalla mappa.

“Tutto è bene quel che finisce bene”..spero. Che non ho voglia di buttare via altri soldi.