Servi della gleba 2.0

2 02 2009

Se decidi che vuoi rifare l’impianto dell’acqua di casa tua, chiami l’idraulico e quando ha finito, lo paghi.
Se a lavoro quasi ultimato decidi che in cucina vuoi 2 lavandini invece che uno solo, glielo dici e le modifiche gliele paghi.
Se una mattina ti svegli e decidi che vuoi modificare ancora l’impianto, chiami l’idraulico e lo paghi.
Non fa una piega. Tu lavori = io ti pago.
E invece per una stramba combinazione tra stregoneria e magia nera, nella massa cerebrale dell’utente medio si insinua un tarlo che gli fa credere che un grafico (ma anche un programmatore), sia un servo del web, una persona che come hobby abbia la passione del computer.

Maggio 2007.
Tal X mi chiede di realizzargli un sito internet. Ovviamente si parte da “voglio solo poche pagine” per arrivare a dover realizzare uno dei siti più complessi in 8 anni di lavoro.
Settembre 2007.
A sito quasi finito, gli viene un’idea per una piccola modifica. La piccola modifica mi porta a variare buona parte del database.
Ottobre 2007.
Il sito è online.
Marzo 2008.
Dopo altre (illimitate) piccole variazioni, mi viene pagato il lavoro.

Mi illudo che il tunnel sia quasi finito, e invece da aprile a novembre 2008 sono seguiti altri piccoli piaceri, tra cui:
– devo vendere la casa, mi aggiusti le foto?
– devo vendere la macchina, mi rimpicciolisci le foto da mettere sul giornale?
– devo affittare la casa al mare, mi metti a posto le foto da pubblicare su internet?
– (al martedi) devo andare in fiera questo fine settimana, mi faresti un sito veloce veloce? giusto 4 pagine di presentazione, io intanto dico di farti mandare i testi.
– (il lunedi dopo la fiera) ma il sito che hai fatto la settimana scorsa mi fai anche la versione in russo? tra un pò ti arrivano i testi per email!
– se io registro un dominio mi fai in modo se digito il nome sito vada direttamente su un altro? ..ma come si fa a registrare un dominio? cosa devo fare? che caratteristiche deve avere? aiuto!
– tra due settimane mi scade il dominio, mi spieghi cosa devo fare per rinnovarlo?
– ho il sito vecchio che ha i collegamenti che non vanno più, me lo sistemi?
– intanto che aggiusti i link che non funzionano..mi sistemi un pò la grafica? ma senza rifarlo ne, solo così..una rinfrescata!
Dicembre 2008
Esasperata dopo l’ennesima richiesta multipla (mi aggiungi un link nel sito vecchio e mi spieghi come si fa a registrare un sito sui motori di ricerca? perchè se lo cerco non mi viene fuori niente), me ne vado in ferie.
Gennaio 2008
Al telefono mi insultano dicendo
– che il mio comportamento non è serio e che prendo per il culo la gente
– che quando ho visto le 10 chiamate che mi son state fatte il giorno prima dalle 8.00 di mattina alle 21.00 avrei dovuto richiamare per sentire quale era il problema
– che se i loro piccoli piaceri mi prendevano così tanto tempo avrei potuto dirlo..avendomi pagato (a marzo dell’anno scorso) credevano fosse tutto compreso
– che avevamo un contratto verbale
– che dopo essere stata pagata sono sparita dalla circolazione (!!!).

Questo è quanto.
Se qualcuno ha bisogno di un sito, mi lasci le chiavi sotto lo zerbino che mi metto il grembiule e gli faccio le pulizie di casa.


Azioni

Informazione

5 responses

2 02 2009
Boskizzi

Eh già, di questi esempi è pieno il mondo. Sarebbe bello poter provare a chiedere a loro un piacere, nell’ambito della professione che svolgono, per vedere che dicono. Giusto un piacerino…

Un altro caso che prima o poi succede a tutti, è del tipo che fintanto che ha pochi soldi, fa lavorare te. Poi improvvisamente si trova tra le mani un gruzzoletto da spendere e decidere di passare alla concorrenza. Ma brutto stronzo, prima mi rompevi le palle per pochi euro e adesso che potresti sdebitarti, passi ad altro?!!?? Bastardo!

2 02 2009
marco

Poi quando vedono che il web tira (come adesso) vanno in una webagency e lascian giù una barcata di denari: se costi poco non vali niente, e non potrai mai costare tanto.
Contrattualizza subito tutto e fatti pagare il giusto che è sempre più di quanto pensano gli onesti!

3 02 2009
gigamod66

leggo i tuoi post perchè sono scritti benissimo e sono un concentrato di ironia ma…. non è che con sto’ cliente hai sbagliato tu?? Capita che per lavorare uno faccia intendere una disponibilità che poi il cliente sopravvaluta e automaticamente se ne approfitta… non so se mi spiego.
La prossima volta cerca di essere più chiara…ma forse lo sai già!
Ciao
gigamod66

3 02 2009
Mario

Questa l’ho già sentita purtroppo troppe volte…
Tu spero non sia ancora arrivata al livello di mettere di mezzo gli avvocati…

Un abbraccio
M.

4 02 2009
elysir

no niente avvocati, mi ha (anche) sbattuto giu il telefono e siam a posto così: la libertà non ha prezzo 😀
E non c’è neanche dubbio che la pirla sia stata io che mi son fatta infinocchiare in sto modo, non ho scusanti. E’ andata così, per fortuna adesso son uscita dal tunnel 🙂




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: