Weekend a Brema

3 06 2008

E’ iniziato il bel tempo e quindi anche il tour de force che mi porta praticamente tutti i weekend in giro per l’Europa, prima tappa: Brema.
Sapevo che sarebbe stato un fine settimana tranquillo dato che la città è molto piccola, e infatti in una giornata l’ho girata in lungo e in largo. Avrei voluto visitare la fabbrica della Beck’s ma non c’erano più posti, che peccato: magari se becco qualche offertona della Ryan con i voli gratis, un salto ce lo faccio ancora.
Sicuramente questo fine settimana lo posso definire come il più economico, dato che in totale ho speso 75 €, di cui 10.00 per il treno Mantova – Bergamo, 21.00 di ostello e 19.99 di volo.
Che poi 20 euro per il volo è una cifra astronomica, considerando che dopo 2 settimane era in offerta a 10 (ovviamente parlo sempre di cifre con incluse le tasse).
E pensare che a Orio, mentre aspettavamo di fare il checkin, ho sentito il tipo di fianco a me che si stimava per aver pagato il volo “70.00 euro, compreso bagaglio e assicurazione”:
ASSICURAZIONE????????? ma l’assicurazione Ryanair “è utile quanto un buco di culo sul gomito” (che non mi si dica che non sono fine: è una citazione di Kill Bill 2 😀 ); ma dato che lui era così contento, non gli ho detto “ue ma sei pirla? pensa che io mi sento ladrata perchè ne ho spesi 20!”
Comunque, la città si può definire un misto tra Francoforte e Amsterdam per via delle case a punta e i mulini (in centro ne è rimasto solo uno che oltretutto hanno adibito a ristorante, ma a un 60 km c’è una cittadina che invece ne conserva ancora) e quasi completamente ricoperta di murales e statue di animali.

I riferimenti ad Amsterdam erano così tanti che adesso mi è venuta voglia di tornarci (anzi sento che se non ci vado entro la fine dell’anno, verrò colpita tipo da 10 anni di sfiga come quando non si inoltrano le catene di Sant’Antonio): due volte che ci sono stata e 2 volte che nessuno è voluto venire con me a vedere il Van Gogh Museum…E poi mi vengono a dire “ma perchè viaggi da sola, ma non ti rompi?? No cavolo, almeno faccio quello che ne ho voglia IO”
Tornando a Brema, uno dei lati migliori di questa città è che la birra costa meno dell’acqua: se in ostello una bottiglia di acqua costa 2.50 €, la Beck’s viene 1.50 €. E puoi scegliere tra normale, gold e green lemon: buonissima la green.
Per quanto rigurada la visita della città, gran parte delle cose si riassumono in due piazze: la prima con il duomo, il municipio e la statua di Ronald, la seconda con i 4 musicanti della storia dei fratelli Grimm (si può leggere in questo topic).

Considerando che il sabato avevo già visto entrambe, la domenica mattina l’ho passata al museo Kunsthalle, tra le opere di Picasso, Van Gogh, Monet e tanti altri e il pomeriggio nei vari parchi che si trovano in città, per poi avviarmi verso le 7 di sera all’aeroporto.
Non essendo molto lontano dal centro città, ho preso l’allegra decisione di raggiungere il terminal a piedi (e in effetti, in un’ora e mezza di cammino tranzollo, come dicono Mirko e la Ludo, lo si raggiunge tranquillamente), e molto saggiamente, mi sono attrezzata con 2 Beck’s Green, giusto per carburare lungo il cammino.
Solo che, se la prima l’ho aperta subito, poi ci sarebbe stato il problema dell’apertura della seconda, e quindi son stata costretta a intascarmi un cavatappi dell’ostello…ma che brutta persona.
Beh però dai, ho preso quello più piccolo…e poi per pulirmi proprio la coscienza, ho già aggiunto il buon proposito numero 10: “imparare a stappare le birre con l’accendino, per non commettere più furti negli ostelli”
Se c’è qualche volontario che è disposto a riportarmi sulla retta via, alzi la mano!

Elyxir, Beck's Green Lemon e la refurtiva
L’ultima Beck’s Green Lemon e la refurtiva

..Solito link per le foto

ps: è giusto menzionare il Gabri, che, essendo come sempre tanto tenero e carino, mi è venuto a prendere alla stazione e mi ha portato all’aeroporto, nonostante le complicazioni che ci sono state per decidere che brioche mangiare.


Azioni

Informazione

3 responses

3 06 2008
Holland Poland

Ely, altrimenti potresti aprire la birra con i denti, ricordo che Weah lo faceva 😀
Ad Amsterdam ci vorrei venire io, ma chissà se avrò mai tutte le ferie che hai te… 😉

11 07 2008
Wien Time! « .::| Elyxir |::.

[…] di gulasch e una birra media strana al gusto di limone (buonissima, era simile alla Becks di Brema), sono arrivata all’ostello ascoltando “paradise city”, l´ostello e’ […]

7 01 2009
Buoni propositi 2008 « .::| Elyxir |::.

[…] 10 ) imparare a stappare le birre con l’accendino, per non commettere più furti negli ostelli (leggi qua) […]




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: